giovedì 23 luglio 2015

Nuova recensione a "Come le Donne": Emma Fenu per Tiziana Viganò

recensione di Emma Fenu

Pubblicato in
  
Con un uomo da aspettare, a proteggere le assenze e le presenze, dipanando fili infiniti in cui intrecciare storie universali. Come le donne, eterne e sempre nuove figlie di Penelope, che la guerra la combattono senza far sfolgorare le armi, ma nelle tenebre e nel silenzio.
Con bambini da crescere, trascinandosi in un deserto di abbandoni, anelando la sorgente di un futuro migliore in una terra da guadagnare. Come le donne, eterne e sempre nuove figlie di Agar, nate in paesi lontani e capaci di divenire madri e matriarche.
Con il peso dell’inganno e la lama del dolore, in precario equilibrio sull’orlo di un precipizio, dove l’amore è nebbia e gelo. Come le donne, eterne e sempre nuove figlie di Didone, sedotte e abbandonate ma, diversamente dalla principessa del mito, capaci di sopravvivere.
Con le membra sfinite, i ricordi svuotati, il cuore esangue, ma desiderose di non arrendersi e di sperare.Come le donne, eterne e sempre nuove figlie dell’Araba Fenice, che dalle ceneri rinasce in novella forma, spiegando le ali un tempo strappate.
“Come le donne” è una silloge composta da dodici racconti, scritta in modo fluente e curato, che si snoda attraverso un alternarsi di voci femminili: all’apparenza paiono figure molto diverse per estrazione sociale e condizione culturale, ma, in realtà, sono tutte accomunate dall’essere figlie dello stesso tempo, degli stessi pregiudizi e stereotipi, eppur madri di un futuro tutto da plasmare, come argilla fra le mani di un Demiurgo.

"Come le donne" 2016 PMEdizioni
Link all'acquisto
http://www.pmedizioni.it/prodotto/come-le-donne/

https://www.amazon.it/Come-donne-Storie-vere-donne/dp/8899565287/ref=sr_1_4?s=books&ie=UTF8&qid=1478266796&sr=1-4


da un post dalla pagina facebook  Passione Lettura, da parte di Viviana Pernice



Il suo "Come le donne" lo consiglio sinceramente a tutti, anche e soprattutto agli uomini. Avevo temuto che fosse un libro denuncia su abusi fisici e psicologici ed ero un po' preoccupata. In realtà questo libro è una raccolta di storie di donne. Donne forti, donne fragili, donne che sopportano e donne che alzano la testa. Questo libro con delle piccole storie racconta tutta la complessità di essere donna, da sempre e ovunque. Racconta di come noi donne siamo così diverse eppure tutte uguali, di come ce la facciamo sempre perché la storia, la cultura e la natura ci mettono alla prova ma noi questa prova la vinciamo ogni giorno. E mi dispiace per i maschietti (senza i quali non potremmo esistere) ma essere donna è un viaggio senza eguali. Forse un po' faticoso ma ne vale sempre la pena. Grazie Tiziana per avermelo ricordato. Io sono semplicemente una lettrice e credevo di aver davanti un altro tipo di libro e sono rimasta piacevolmente sorpresa. Tiziana non la conoscevo ma adesso non ho difficoltà a credere che sia una donna fantastica dai mille talenti. Ma per mia natura cerco di essere onesta con chi ho di fronte. Se fossimo tutti bravi nessuno brillerebbe. Invece credo sia giusto ammettere che qualcuno è più talentuoso di altri.