lunedì 11 gennaio 2016

Sul potere: di Basilio Conato a Il VIZIO DI SCRIVERE (giornata per scrittori a Rescaldina - Mi)

10 gennaio 2016 - Seconda giornata tra scrittori a Rescaldina (Mi) IL VIZIO DI SCRIVERE -Sull'argomento "IL POTERE" Basilio Conato ha scritto questo pezzo originalissimo, una satira sempre attuale

pagina facebook: Il vizio di scrivere (prossima giornata in marzo, seguiteci!)


INFORMATIVA RISERVATA DEL CAPO DEI SERVIZI SEGRETI AD
EDOARDO RE D’INGHILTERRA

Devotamente sottoponiamo a Vostra Maestà il piano per impadronirsi del Regno di Scozia.

In primo luogo sarà necessario sbarazzarsi di Duncan, l’attuale Re.
Si farà in modo che paia una faida interna, perchè se dovesse dimostrarsi un Nostro coinvolgimento nell’operazione i sentimenti nazionalisti degli scozzesi avrebbero il sopravvento.


E’ già stata identificata una ‘Tigre di carta’ cui attribuire il compito del regicidio.
Preso il potere, costui risulterà così odioso ed inviso ai suoi stessi sudditi da far richiedere il Nostro intervento per la difesa della popolazione, dei privilegi della nobiltà e per il ristabilimento del diritto violato (la tecnica è vecchia, ma funziona sempre...).

L’occupazione apparirà quindi come la Nostra nobile risposta alla richiesta di rimettere sul trono l’erede legittimo, il quale immediatamente diverrà così nostro debitore e vassallo.
Con costui –il giovane inetto e codardo figlio di Duncan, Malcolm- è già in corso una trattativa, e non ci sono dubbi che la sua sete di potere sia ben manipolabile dai Nostri agenti.



Quale candidato al ruolo di ‘traghettatore’ è invece stato identificato l’utile idiota Macbeth, a tutti noto come eroe militare ottuso, fanatico e credulone.
Tre Nostre agenti (nome in codice: Sorelle Fatali) hanno già intrapreso le prime iniziative per confondergli le idee e portarlo a credere di essere destinato al potere e alla gloria.
Sarà utile garantirsi anche la collaborazione di (quell’isterica di) sua moglie, ma per averla non sarà probabilmente necessario nessun Nostro intervento supplementare.

Abbiamo ovviamente infiltrato tra la nobiltà scozzese alcuni Nostri agenti (contatto: agente Ross) che ci tengono aggiornati sull’evoluzione degli eventi.

I Nostri psicologi hanno poi messo a punto una strategia che porterà Macbeth al delirio di onnipotenza con la pretesa magica dell’impunità e dell’invincibilità (è un cretino...).
Ciò basterà a scatenare la sua proverbiale ferocia contro nobili e popolazione.
Da solo creerà intorno a sè terra bruciata.
Infine, confidando solo nell’aiuto soprannaturale, perderà ogni naturale coraggio e forza quando si renderà conto che quell’aiuto non era che inganno.

Basteranno allora diecimila figuranti (neanche dei migliori...) travestiti da alberi per espugnare il suo inespugnabile castello.
Macbeth cederà, convinto di essere vittima di un sortilegio.

Otterremo facilmente l’obbiettivo:
perchè combattere quando la manipolazione delle menti è metodo assai più sicuro ed economico?


Servo Vostro umilissimo

Dir. Gen. Servizi Segreti del Regno