lunedì 29 febbraio 2016

i miei LIBRI DEL CUORE

accolgo l'invito di Erika Zerbini
http://www.professionemamma.net/dimmicosaleggi-dieci-libri-da-portarsi-nel-rifugio-del-cuore/
e compilo un elenco dei miei LIBRI DEL CUORE: 
la domanda era
"Quali sono i dieci libri che porterei con me in cabane? Quelli che mi hanno segnato e porto nel cuore?"


Clarissa Pinkola Estes – Donne che corrono con i lupi – 1993
 Un libro cult, che tutte le donne dovrebbero leggere, per riconnettersi con la propria natura, per capire che solo nella nostra unità di esseri acculturati e selvaggi troveremo il nostro equilibrio.
Eric Fromm – Avere o essere? – 1976
L’ho letto appena uscito e mi ha formato: nel corso della vita ho sempre avuto presente questa verità imprescindibile, soffrendone le contraddizioni, certa sulla strada da intraprendere.




 Carlo Levi - Cristo si è fermato ad Eboli –1943

Questo meraviglioso affresco della cultura meridionale dell’Italia mi ha aperto la mente all’attenzione verso il mondo degli oppressi, spingendomi a studiare dapprima certe realtà sui libri e poi a sperimentarle direttamente girando per il mondo.

Tiziano Terzani – Un altro giro di giostra – 2004
Un viaggio interiore a confronto con la realtà del mondo vista con occhi diversi : la malattia costringe a confrontarsi con quello che hai imparato nella vita e a rileggere tutto, a cambiare vita per curare se stessi

Kahil Gibran – Il profeta – 1923

Anche questo è un cult della mia generazione, e non solo, i suoi pensieri poetici sono talmente belli  che vengono alla mente e insegnano immediatamente, con una sola immagine, un mondo di verità
Pablo Neruda – Cento sonetti d’amore – 1959
Per me che non amo particolarmente la poesia è stato un colpo di fulmine: l’amore come lo esprime Neruda è il mio ideale, corposo, terrestre, materiale e immateriale, forte e dolce, contraddittorio ma sempre luminoso.

 Jane Austen – Orgoglio e pregiudizio – 1803
Forse uno dei primi libri impegnativi che ho letto da adolescente e che mi hanno fatto sognare: le immagini di Liz e Darcy mi hanno accompagnato sempre...e devo dire che Liz mi assomiglia molto!

Isabel Allende – D’amore e d’ombra – 1984
Uno dei romanzi d’amore che più mi ha colpito e commosso: tratto da una storia vera del 1973, nel periodo della dittatura in Argentina
Agatha Christie – Dieci piccoli indiani – 1946 

La mia passione sfrenata per i gialli è nata a 12 anni leggendo questo libro, credo uno dei più famosi al mondo, affascinata dalla filastrocca e dall’intrigo: non ho più smesso di leggere gialli...centinaia? migliaia? Non so, ma davvero tantissimi

Andrea Camilleri- tutti i gialli di Montalbano –
Mi piacciono tutti, tutti sono nella mia libreria, insieme ai film...mi hanno sempre affascinato per l’ambiente, il linguaggio, le trame, i personaggi...letti e riletti, visti e rivisti sono praticamente perfetti !
Devo aggiungerne assolutamente uno
Luis Sepulveda- Ingredienti per una vita di formidabili passioni -2013
Perché amo le persone che vivono con passione e Sepulveda trasmette  una enorme carica vitale, un cuore forte e indomabile, forti convinzioni e sete di vivere...e quindi lo amo


E ovviamente  
Il Piccolo Principe di cui colleziono copie in tutte le lingue...
ma ho sforato, basta così!