mercoledì 25 maggio 2016

“Non tutto è come sembra” di Ornella Nalon, delitti nella pianura veneta, a Mira

recensione di Tiziana Viganò


Quando una penna femminile scrive un giallo si inoltra spesso nelle vie contorte della psiche per raccontare storie di trame oscure, ambiguità, enigmi, passioni e peccati che portano al delitto.
Così Ornella Nalon dà eleganza e profondità alla sua trama gialla raccontando le vicende umane del maresciallo Giovanni Colucci alle prese con una serie di omicidi. Il protagonista è ben delineato con la sua capacità di intuizione che lo guida nelle indagini, le emozioni che lo rendono così reale e vicino a noi, i suoi problemi famigliari, la sua infanzia e adolescenza napoletana che hanno creato in lui la sete di giustizia.
Un libro adatto a tutti, anche a chi non ama il genere, perché racconta fatti di sangue senza staccarsi dalla vita reale: non sarà apprezzato da chi ama i particolari orripilanti, le pagine che grondano sangue, il linguaggio volgare, gli eccessi. Un giallo classico, in cui la caratterizzazione dei personaggi ha un ruolo centrale nella narrazione e il perché delle azioni conta più dei colpi di scena eclatanti o dello shock finale. La scrittura fluida rende questo libro una lettura piacevolissima.