sabato 5 novembre 2016

Laura Scaramozzino “L’uomo che salvava le anatre e inseguiva il Big Bang “

recensione di Tiziana Viganò
 
 





http://www.culturalfemminile.com/2016/11/05/luomo-salvava-le-anatre-inseguiva-big-bang-laura-scaramozzino/


L’uomo che salvava le anatre e inseguiva il big bang”, ovvero Ludovico Marchisio, è un personaggio che esiste davvero e che difficilmente si può dimenticare dopo aver letto le pagine di questo bellissimo libro.
«É un po’ astronauta, un po’ lupo di mare e in ultima istanza scalatore»
Fuori dalle righe, dotato di quella “sana” dose di originalità, o di follia, che lo porta ad essere diverso dagli altri e quindi più saggio, sa pensare con la sua testa, è interiormente libero, ha sete di una conoscenza che va oltre i limiti:  la sua testa ne è immagine, perché i capelli sono così come la Natura li ha fatti, scompigliati, alla Einstein.
«Uno così, uno con quei capelli, può essere solo tre cose. Un direttore d’orchestra, uno scienziato pazzo o un pazzo senza. Senza scienziato, intendo. Be’ ci siete andati vicino. Sono sempre stato un po’ senza, senza un mucchio di cose, mi ci sono ritrovato strada facendo»
Dalla penna di Laura Scaramozzino il personaggio diventa poesia, mito, simbolo: un uomo a contatto con se stesso, con la Natura e con l’universo, con l’anatra e il big bang. Vive con leggerezza e serenità, immerso nei valori autentici della vita, innamorato di questa vita che può essere illuminata come nell’esplosione primordiale che ha invaso di luce l’universo ed è il simbolo di una continua nascita, l’origine di tutto.
Nelle pagine del libro lo seguiamo mentre soccorre un uomo che ha tentato il suicidio, o la ragazza drogata o la vecchia donna col fazzoletto in testa, oppure mentre salva le anatre del Parco della Pellerina a Torino, perché lui «restituisce alle persone e agli animali una direzione» o quando scrive poesie mettendo «una traccia sul foglio...e ognuna di quelle tracce (è) un sentiero».
C’è una grande magia nei personaggi, uomini, come la meravigliosa figura del nonno, o animali, come il cane Nora che insegue la libertà o come le anatre «animali affascinanti, che emergono come contesse dai giardini di Versailles» Perché proprio le anatre? Sono creature che seguono un istinto che le conduce per migliaia di chilometri, per migrare nei posti più adatti della Terra, seguendo ritmi e rotte misteriose, le leggi divine della Natura.
La scrittura scorre veloce, solo in apparenza semplice, ma è studiata a fondo, nella musicalità, nelle metafore che profumano di poesia, nelle immagini, fotogrammi indimenticabili, nelle battute fulminanti, nei pensieri del protagonista: la fantasia della scrittrice ci porta con sé in un mondo affascinante, surreale, ci fa volare al di sopra di una realtà che pure è quella di sempre, c’è Torino e il parco della Pellerina, parchi e laghi che diventano mondi speciali, perché visti con occhi di sogno, e c’è un personaggio reale che però diventa il protagonista di una fiaba moderna, cavaliere che corre in soccorso di una dama in pericolo che si chiama Natura (e lo è davvero, Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana!).
“L’uomo che salvava le anatre e inseguiva il Big Bang” splendido romanzo d’esordio di una scrittrice piena di talento, da seguire, Laura Scaramozzino.

Laura Scaramozzino (Torino, 1976) conduce da dodici anni il programma culturale “Dimensione Autore” presso la nota emittente piemontese Radio Italia Uno. Ha progettato e tenuto corsi di scrittura creativa di primo e secondo livello per associazioni culturali e presso enti pubblici a Torino, provincia e a Palermo. Ha realizzato stage e corsi intensivi su generi letterari e argomenti specifici. Ha studiato filosofia e ha collaborato con case editrici locali e d’interesse nazionale con cui ha promosso e realizzato laboratori di scrittura. Ama i gatti, la cioccolata e Beppe Fenoglio. Ha pubblicato, per i tipi della OAK Editions, il manuale di scrittura creativa: “Percorso creativo. Un viaggio chiamato scrittura”.

Romanzo  -  2016, Sillabe di Sale Editore  -  ISBN 9878893303687