martedì 29 novembre 2016

"Sinfonia nera in quattro tempi" recensione di Emiliano Pedroni

Nuova recensione di Emiliano Pedroni
per "Sinfonia nera in quattro tempi"









Un libro che si legge con molta scioltezza, grazie all’abilità intrinseca dell’autrice e dalla capacità di saper trattare situazioni drammatiche introducendo, in un contesto angoscioso, battute ironiche che avvengono tra il maresciallo Adelio Rusconi e dal suo braccio destro, il brigadiere Totò Lo Monaco. Quest’ultimi sono personaggi conduttori creati con abile maestria e che vi guideranno per tutto il tempo delle avvincenti trame “gialle”.
   La preziosa opera rispecchia e tratta un tema che è infelicemente sempre in aumento: la violenza sulle donne, che non è sono violenza fisica, ma anche psicologica e che vengono specialmente consumate nelle mura domestiche. Come rivela il testo infatti è proprio nella famiglia che si consumano la maggior parte degli abusi sulle donne da parte di mariti, conviventi, fidanzati o ex. 

Nel volume vi troverete di fronte a uomini immaturi e incapaci di amare, e a donne innamorate; ma in realtà questo amore nasconde un sentimento malato e decisamente ossessivo e patologico.

   Leggendo il libro si plasmano nella mente attente valutazioni e soprattutto numerose domande: perché chi dovrebbe donare amore si rivela essere il peggiore aguzzino? Quando si smetterà di infierire contro i più deboli e di maltrattare i più indifesi?”
   Il volume fa riflettere che il dramma di una violenza sessuale va ben oltre della mera violazione dell’integrità della persona umana, perché quella che viene stuprata è la dignità della donna, è quella che viene fatta letteralmente fatta a pezzi.
   Il romanzo ha risvolti psicologici penetranti. L’autrice vi farà riflettere in introspezioni profonde tanto che lo scritto richiama l’eco del grande Pirandello. 
Complimenti a Tiziana Viganò per questa opera che ha tutti i presupposti per aprire le porte a un nuovo successo editoriale.

   Avvalorano l’opera le citazioni, per niente messe a caso ma inserite in un conteso pertinente, di: Pablo Neruda, Paul Verlaine, Walt Whitman, Saffo, Thomas Hobbes, Alexandre Dumas.

link all'acquisto




